Giuseppe D'Elia


Giornalista e avvocato. Segue da sempre le tematiche politiche legate ai diritti dei lavoratori, con particolare riferimento alle questione del salario minimo e del reddito minimo garantito e al rapporto tra tempo di vita e tempo di lavoro.


Ultimi articoli

Salario minimo, reddito minimo ed equo compenso: come sanare la piaga del lavoro povero in tre mosse

16 Set , 2022|
| 2022 | Visioni

Dopo la pandemia, la guerra. Dopo anni di inerzia politica, sulle strategie necessarie per mitigare gli effetti del cambiamento climatico in atto, la crisi energetica. Quest’ultima, innescata da meri fattori […]

Sull’alternanza scuola lavoro e sullo sfruttamento del lavoro gratuito come regola. Una modesta proposta

23 Gen , 2022|
| 2022 | Visioni

A quasi due anni dall’inizio della pandemia, quello che senz’altro bisognerà valorizzare anche per il futuro è questo grandissimo rispetto per la vita umana – per ogni singola vita – […]

Giornata lavorativa e progresso tecnologico. Spunti per una effettiva prospettiva di emancipazione

25 Mag , 2021|
| 2021 | Visioni

Alla questione della giornata lavorativa, Marx dedica e intitola il capitolo ottavo del libro primo de Il capitale. Emerge con forza, in queste pagine, quella tendenza naturale all’estrazione di valore  […]

Patrimoniale ed egemonia: c’è ancora spazio per il Welfare State in Italia?

15 Dic , 2020|
| Visioni

Gli italiani non hanno solo un problema con la tassazione della ricchezza accumulata. Il problema di chiunque voglia realizzare interventi basati sui pilastri costituzionali della solidarietà e dell’eguaglianza è che […]

Contributo di solidarietà dell’1%. Ecco l’alternativa al MES: 120 miliardi in 3 anni

6 Nov , 2020|
| Visioni

Con un sacrificio minimo, pari all’1% annuo sulle sole ricchezze mobiliari, ci sarebbero oltre 40 miliardi di fondi extra da impiegare per le politiche sociali. 120 miliardi, se si varasse […]

Smart working o telelavoro? Potenzialità e criticità della postazione lavorativa “da remoto”

8 Ott , 2020|
| Visioni

Fare di necessità virtù. Così recita un vecchio adagio. Qualcuno oggi probabilmente preferirebbe far ricorso al concetto di resilienza, ma siamo sempre lì: la pandemia da Covid19 ha diffuso moltissimo […]

NO al referendum confermativo di settembre. Un voto politico: la Costituzione va attuata, non demolita pezzo dopo pezzo

26 Ago , 2020|
| Visioni

La vera posta in gioco di questa ennesima partita referendaria, l’obiettivo reale è l’impianto egalitario, solidaristico e genuinamente democratico della Costituzione repubblicana. L’attacco all’assetto istituzionale è solo il primo passo. […]