L'Indispensabile


L'Indispensabile è un movimento culturale-rivoluzionario del XXI secolo. La sua attività è finalizzata a proporre un cambiamento radicale del paradigma culturale, politico e antropologico dominante. E' composto da studenti o ricercatori di diverse discipline universitarie e artistiche. L’Indispensabile tenta in questo senso di superare tutte le forme storicamente esaurite del fare politica, per proporre una teoria e una prassi che, in forma inedita, implichi il coinvolgimento totale dei suoi membri, dall’aspetto teorico-razionale alle più profonde domande di senso. La sua finalità è infatti quella di coniugare politicamente la più avanzata critica economica, il migliore approfondimento della filosofia del '900 e le più serie pratiche di ricerca interiore.


Ultimi articoli

La crisi finanziaria spiegata in 5 punti

In questo articolo, vorrei provare a fare chiarezza sulla situazione finanziaria in Occidente, confrontando l’Italia con gli altri paesi e offrendo alcuni spunti per le prossime politiche nazionali. Partiamo da […]

Le vie strette della pace e lo spettro della guerra totale

La minaccia nucleare è una minaccia che suona del tutto anacronistica. Eppure – ahinoi – è tragicamente presente. Il tempo per cercare una mediazione diplomatica e politica è stato impegnato […]

Profitto, pubblicità, pornografia: il totalitarismo delle tre P

Uno degli aspetti positivi di questa campagna elettorale – altrimenti abbastanza desolante – è che può aiutarci a stimolare una riflessione sullo spazio pubblico. L’impressione che vorrei approfondire è che […]

“Un dittatore di cui si ha bisogno” e un’emergenza di cui si ha estremo bisogno!

Per quanto tempo ancora dovremo subire la sciagurata ipocrisia di questo governo “dei peggiori”? Perché ancora così pochi cittadini (elettori) sembrano sdegnarsi concretamente di fronte alla malafede e all’indecenza di […]

Crisi o apocalisse? l’Italia alla prova della BCE

Il 9 giugno 2022[1] la Bce ha annunciato l’inizio di quel percorso che il governatore Lagarde ha definito “normalizzazione della politica monetaria”. Contraddicendo le previsioni fatte solo a gennaio, la […]

Una pace radicale: dalla storia d’Italia al confronto interiore

Nel Libro dei Proverbi c’è un versetto che può aiutarci a comprendere meglio di molte analisi politologiche il comportamento del governo italiano in questo preciso momento storico. È il versetto […]

Oltre nichilismo e fondamentalismo: per una cultura rivoluzionaria della pace

I. “La lotta della tradizione contro il liberalismo” Mi hanno colpito le parole utilizzate da Aleksandr Dugin, filosofo russo che viene appellato come “l’ideologo di Putin”, in un’intervista rilasciata al […]

Noi vogliamo glorificare la Pace – sola igiene del mondo

Eccoci ripiombati nel Novecento. Qualcuno si chiederà, giustamente, se mai ne fossimo usciti. La guerra è una cosa orrenda; le armi fanno schifo; le macerie e i cadaveri dei giovani […]

Perché l’oppresso diventa complice dell’oppressore? Una prospettiva psicologica

“E quale sarebbe l’alternativa?”. Oppure: “tanto non cambierà mai nulla!”. E ancora: “non sarà perfetto, ma questo è sicuramente il migliore dei mondi possibili”. Quante volte sentiamo ripetere queste frasi, […]

I castelli di carte della tecnopolitica: un soffio di vita e crollano

Che la politica di governo della crisi sanitaria proceda con un andamento sempre più evidentemente farlocco e difettoso è sotto gli occhi di tutti. Eravamo partiti nella primavera scorsa raccomandando […]