L'Indispensabile


L'Indispensabile è un movimento culturale-rivoluzionario del XXI secolo. La sua attività è finalizzata a proporre un cambiamento radicale del paradigma culturale, politico e antropologico dominante. E' composto da studenti o ricercatori di diverse discipline universitarie e artistiche. L’Indispensabile tenta in questo senso di superare tutte le forme storicamente esaurite del fare politica, per proporre una teoria e una prassi che, in forma inedita, implichi il coinvolgimento totale dei suoi membri, dall’aspetto teorico-razionale alle più profonde domande di senso. La sua finalità è infatti quella di coniugare politicamente la più avanzata critica economica, il migliore approfondimento della filosofia del '900 e le più serie pratiche di ricerca interiore.


Ultimi articoli

Esiste una terza via credibile?

La maggior parte delle persone, quando si avvicina il momento del voto, votano per chi promette loro di abbassare le tasse e di aumentare gli stipendi. Tutto il resto, se […]

L’Occidente e il suo destino: panico o euforia?

Di fronte alla catastrofe di un’intera civiltà, due reazioni antitetiche prendono il sopravvento. La prima è sicuramente la più frequente e la più immediata, ovvero quella del panico. Che ne […]

La funzione politica dell’artista

Il dialogo tra Antonello Cresti e Roberto Michelangelo Giordi si chiama “Il bello, la musica e il potere” (Edizioni Mariù 2023). In 127 pagine si tenta di mettere a fuoco […]

Nasceva Aldo Moro, moriva Aldo Moro

Cenni di storia politica italiana e alcune riflessioni sul presente Addio desideri, nostalgie.So di passato e d’avvenire quanto un uomo può saperne. (Giuseppe Ungaretti) La scelta, la decisione e il […]

Schiavitù di massa o Rivoluzione Politica? Una riflessione in occasione del Primo maggio

Di fatto negli ultimi vent’anni è stata combattuta una guerra di classe, e la mia classe l’ha vinta. Se c’è una guerra di classe, l’hanno vinta i ricchi. (Warren Buffet, […]

La rivoluzione della nuova umanità

Lo so, può suonare strano iniziare in questo modo, ma la lettura di “Pace e Rivoluzione” è stata per me terapeutica e benefica. Mai avrei immaginato di scrivere, a trent’anni, […]

Siamo al capolinea del mondo?

Guardando alla sciagurata situazione geopolitica attuale, al crollo verticale della credibilità delle istituzioni europee, alla drammatica riproposizione di un’economia di austerità e alla sempre più insopportabile mistificazione dell’informazione mainstream, è […]

Il tarlo della scuola è la crisi del pensiero

Ieri mattina ascoltavo una importante emittente radio intervistare il professore di un prestigioso liceo romano, che veniva celebrato per aver inaugurato la prima “scuola senza voti” della città. Un sistema […]

L’inedito attuabile

Uno scoglio difficilmente aggirabile per chiunque volesse impostare una riflessione generale sulla situazione politica attuale, è quello che potremmo definire “opportunismo politico”. In pratica, questa vecchia soggettività politica decadente invece […]

Il potere ammaliante del digitale

Che la tecnologia porti con sé sempre una duplice natura, una evolutiva l’altra distruttiva, è fuori discussione. Essendo un’espressione creativa dell’essere umano (come l’artigianato) non può che conservare, ma soprattutto […]